Chiesa di San Giorgio

Pregevole costruzione di stile romanico, fu compiuta in più riprese tra il X ed il XI secolo. E’ tutta in peperino, a pianta rettangolare, con abside semicircolare. Sul timpano della facciata si apre una bifora, presso la quale sono, a rilievo, due angeli ed i simboli di tre evangelisti: l’aquila (S. Giovanni), il bue (S. Luca), l’angelo (S. Matteo). Il leone, simbolo di S. Marco, risulta mancante. Il timpano è poi delimitato alla base da sette piccole formelle a bassorilievo, con motivi ornamentali vari. Il portale, incorniciato da un arco con un motivo vegetale anch’esso a bassorilievo, è fiancheggiato, a sinistra, dalla figura a rilievo di un Santo e, a destra, da quella del Redentore benedicente. Ai piede del portale sono poi due bassorilievi di figure leonine. L’abside, di gusto lombardo, è munita di lesene e costoloni arrotondati, alternati tra loro e intersecati da cerchiature ornate con motivi tortili e vegetali oltre ad essere coronata da una serie di archetti pensili ciechi, poggianti su differenti capitelli. Sulla incompleta torre campanaria, poggiata al fianco sinistro della costruzione, si eleva un campaniletto a vela settecentesco. All’interno, l’altare ed il ciborio, con il bassorilievo di S. Giorgio che uccide il drago, sono di epoca recente.