Il Duomo (o colleggiata)

Dedicato a S. Nicola di Bari (patrono di Soriano), è una imponente costruzione di stile neoclassico, progettata dal romano Giulio Camporese ed eseguita tra il 1782 ed il 1791. Occupa un’area sulla quale sorgevano due chiesette più antiche, dedicate alla SS. Annunziata e a S. Eutizio, oggi ricordate da due statue poste su pregevoli aree romane. La sua costruzione fu resa necessaria dall’insufficiente capienza del primitivo duomo del paese: l’attuale S. Eutizio. Certamente, dovette trattarsi di non facile impresa, anche perché il sito si presentava estremamente dirupato. Fu quindi necessario elevare un massiccio muro bastionato di fondazione, per colmare il dislivello di circa venti metri, esistente tra il punto d’appoggio della parte posteriore all’esterno dell’edificio ed il sagrato. La chiesa, a croce greca con tre navate, presenta all’esterno una interessante facciata costruita interamente in laterizi, come pure le due torri campanarie. All’interno sono notevoli: una statua tardo-gotica marmorea di S. Antonio Abate ed una fonte battesimale di forme rinascimentali. Presso la canonica si conserva un interessante trittico della fine del XV secolo. Da settembre 2014 è presente una reliqua di San Giovanni Paolo II.

ORARIO PROVVISORIO NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI-COVID19

Viste le nuove restrizioni relative all'emergenza COVID-19, l'Ufficio turistico, le scuderie di Palazzo Chigi Albani e il Museo civico archeologico dell'Agro Cimino,
a partire da lunedì 15 marzo resteranno chiusi.